________________________________________________________________

  - books - - books - 

Vai ai contenuti

Menu principale:

Si cunta e s'arricunta

Storia, miti, leggende, lingua, dominazioni, mestieri, avvenimenti e personaggi siciliani trovano spazio e si propongono al lettore magicamente proiettato in un luogo irreale e senza tempo, seduto su una sgangherata sedia di paglia intorno a un vecchio cuntastorie (o cuntista) che, alla fioca luce di un lume e col solo ausilio della voce, racconta, filtrandole attraverso la sua parlata e la sua cultura popolare, affascinanti storie agli ingenui e incantati spettatori che lo attorniano esordendo con: Si cunta e s’arricunta...  un giardino tre bimbi si confrontano con una natura accattivante. Sono circondati, oltre che dall'affetto dei nonni, da piante, insetti e animali che interagiscono con loro. Essi riescono a cogliere i messaggi che provengono da questo luogo e dai suoi abitanti, traendone insegnamenti.


Lino Soraci

Si cunta e s'arricunta

Collana: Il Sapere - Illustrato

2016  pp. 186
Copertina e illustrazioni di Venera Finocchiaro
Introduzione di Sergio Todesco

€ 15,00    
---
Isbn  
978-88-96358-36-8
Foto - video Presentazione

Acquista
spedizione gratuita


due parole sull'Autore ..
.

Lino Soraci è nato a Messina dove si è laureato in Giurisprudenza. Dopo alcuni anni di attività forense, abbandona la toga per dedicarsi a tempo pieno alle sue varie vocazioni artistiche.
L’attività musicale, intrapresa nei primi anni Sessanta, lo vede tra i protagonisti della nouvelle vague musicale cittadina di quei mitici anni.
Partecipa, attivamente e fin dall’inizio, al fenomeno dell’emittenza privata radiofonica e televisiva in veste di conduttore, regista e direttore dei programmi.
In teatro ha rivestito a lungo i molteplici ruoli di attore, regista, autore e direttore artistico del teatro Romolo Valli. Per il teatro classico ha scritto, tra l’altro, il monologo “Penelope: l’anitra selvatica” messo in scena dalla Compagnia Stabile di Prosa di Messina con la regia di Massimo Mollica e “Inno a Tyndaris”, rappresentato nel teatro di Tindari con la regia dell’autore.
Per la narrativa ha pubblicato parecchi racconti (tra cui Incontro inserito nella raccolta di autori messinesi “Cara Messina, ti scrivo...”, La Feluca Editori) e le satire dialettali “I sette peccati capitali siciliani”, Arial Editore.
Con riferimento alla storia di Messina ha, inoltre scritto alcuni brevi studi: Messina, I giorni fausti e le nefande Idi di marzo; Il Piano di S. Francesco d’Assisi e il Piano di S. Giovanni Gerosolomitano; Il Piano del Duomo e dintorni (il Piano nobile!); Il Cuneo del Piano del Grande Ospedale (il Polo sanitario settecentesco); Il Perfido Quadrilatero della Trovatura (via Cardines, via dell’Idria, via Università e via Austria).

© 2009 La Feluca Edizioni - s.a.s. -
_________________________________________________
Torna ai contenuti | Torna al menu